domenica 23 maggio 2010

Insegnami

Insegnami è la dolce ninna nanna dedicata da Cristicchi al figlio Tommaso. L'autore svela la sua fragilità di uomo, arrendendosi teneramente alla consapevolezza che ogni padre può imparare dal proprio figlio molto di più di quanto può insegnargli. Anche il maestro Gaber lo cantò: Non insegnate ai bambini
Lo spunto è abusato, ma il risultato è immune da quell'orgoglio riproduttivo che invece si coglie, a volte come retrogusto ed altre come stucchevole retorica, in Claudio Baglioni, Gigi D'Alessio, Vasco Rossi, Jovanotti, Luca Carboni, Antonello Venditti, Biagio Antonacci, Luciano Ligabue, Eugenio Finardi, Francesco De Gregori, Eros Ramazzotti qui e qui, Povia, Marco Masini, Gianna Nannini, Laura Pausini, Tiromancino, Elisa, Pino Daniele, …

Segnalo a parte Attesa e inaspettata di Niccolò Fabi, con un pensiero e un rimpianto per Lulù, che è volata via.



Insegnami 
Simone Cristicchi - Grand Hotel Cristicchi - 2010

Insegnami a guardare il mondo con il tuo sguardo,
invitami a giocare rotolando sul pavimento
aiutami a trovare la purezza e l’innocenza
e l’immensa meraviglia che sta nell’incoscienza
Insegnami nuove parole d’amore, e poi come prendere a calci un dolore,
a scacciare via tutti i fantasmi, i mostri e le streghe

Chiudo gli occhi e sento che, ogni giorno accanto a te
avrò il coraggio di sorridere se scendono due lacrime
Apro gli occhi e tu ci sei, e sei come mi vorrei
come un miracolo, la vita è qui davanti a me.


Perché più si diventa grandi e più te la fai sotto
e quando meno te l’aspetti, ti arriva un cazzotto…
e ti risvegli che hai trent’anni e giochi a nascondino,
vorresti tutto il mondo chiuso in un pannolino.
Promettimi che non farai il cantautore, di certo diventerai un uomo migliore
aiutami ad imparare questo nuovo mestiere di padre.

Chiudo gli occhi e sento che, ogni giorno accanto a te
avrò il coraggio di difenderti, soffiando via le nuvole
Apro gli occhi e tu ci sei, e sei come mi vorrei
come un miracolo, la vita è qui davanti a te.


È per quando aspetteremo insieme che arriva Natale,
quando sentirai il calore che annuncia l’estate
e ti stupirai ogni volta, e troverai anche un amore
abbandonati tra le sue braccia, senza paura e senza parole.

Chiudi gli occhi e pensa che,
sarò sempre accanto a te.

1 commenti:

evergreen ha detto...

Cantautore originale e, nonostante le apparenze, denso, profondo e significativo.