venerdì 28 agosto 2009

La merda


La cacca - by Cane Secco

Die scheisse

Immerzu höre ich von ihr reden
als wäre sie an allem schuld.
Seht nur, wie sanft und bescheiden
sie unter uns Platz nimmt!
Warum besudeln wir denn
ihren guten Namen
und leihen ihn
dem Präsidenten der USA,
den Bullen, dem Krieg
und dem Kapitalismus?

Wie vergänglich sie ist,
und das was wir nach ihr nennen
wie dauerhaft!
Sie, die Nachgiebige,
führen wir auf der Zunge
und meinen die Ausbeuter.
Sie, die wir ausgedrückt haben,
soll nun auch noch ausdrücken
unsere Wut?

Hat sie uns nicht erleichtert?
Von weicher Beschaffenheit
und eigentümlich gewaltlos
ist sie von allen Werken des Menschen
vermutlich das friedlichste.
Was hat sie uns nur getan?
La merda

Sempre ne sento parlare
come se avesse colpa di tutto.
Ma guardate come mite e modesta
ella si asside tra noi!
Perché insozziamo
il suo buon nome
e lo appiccichiamo
al presidente USA,
alla polizia, alla guerra,
e al capitalismo?

Com'è peritura,
e com'è duraturo
ciò che chiamiamo col suo nome!
Lei, l'arrendevole,
ci viene sulla punta della lingua
per designare gli sfruttatori.
Lei che abbiamo espressa
dovrebbe ora esprimere
anche il nostro furore?

Non ci ha forse recato sollievo?
Di morbida consistenza
e particolarmente non violenta
fra tutte le opere umane
ella è forse la più pacifica.
Ma che male ci ha fatto?


Hans Magnus Enzensberger




La merda  A. Virgilio Savona - Cose delicate - La Merda
Antonio Virgilio Savona - È lunga la strada - 1973

Lei così tenera e pulita,
la base della nostra vita.
Lei che solleva dalle pene,
lei che ci vuole tanto bene.
E tra ogni cosa, in fondo in fondo,
la più pacifica del mondo.
E tra ogni cosa, in fondo in fondo,
la più pacifica del mondo.

Il nome suo lo appiccichiamo
al grande capo americano,
e a tutti i grandi mascalzoni
che costruiscono cannoni.
Ma non è giusto, francamente,
trattarla tanto indegnamente,
ma non è giusto, francamente,
trattarla tanto indegnamente.

Povera merda disgraziata,
sempre svilita e disprezzata
quando schifati ne parliamo
e il nome suo vituperiamo.
Mentre sappiamo che è innocente
e non ha colpa mai di niente,
mentre sappiamo che è innocente
e non ha colpa mai di niente.

Non la si deve maltrattare,
non la si deve confrontare
con quegli squallidi drappelli
che usano elmetti e manganelli.
E non si faccia mai la svista,
di dire che è capitalista,
e non si faccia mai la svista
di dire che è capitalista.

Sempre pazienti la aspettiamo
ed ogni giorno la creiamo,
mite, umilissima, garbata,
utile, onesta e riservata.
Non la dovremmo tirar fuori
per definir gli sfruttatori,
non la dovremmo tirar fuori
per definir gli sfruttatori.

Se per un po’ rifletterete
onestamente converrete
che perde presto consistenza
e ha una brevissima esistenza.
Mentre chi “merda” vien chiamato
muore soltanto se ammazzato,
mentre chi “merda” vien chiamato
muore soltanto se ammazzato.

Ieri Virgilio Savona è tornato nella vecchia fattoria, dove le mani non tremano più e si può suonare daccapo il pianoforte. Che tu possa vedere zio Tobia di persona.

0 commenti: