sabato 3 gennaio 2009

Amara terra mia





Amara terra mia
Domenico Modugno (testo di Enrica Bonaccorti) - Con l'affetto della memoria - 1971
Radiodervish - Amara terra mia - 2006


Sole alla valle, sole alla collina, per le
campagne non c'è più nessuno.
Addio, addio amore, io vado via,
amara terra mia, amara e bella…

Cieli infiniti e volti come pietra, mani
incallite ormai senza speranza.
Addio, addio amore, io vado via,
amara terra mia, amara e bella…

Tra gli uliveti è nata già la luna, un bimbo
piange, allatta un seno magro.
Addio, addio amore, io vado via,
amara terra mia, amara e bella…

Qui gli accordi

4 commenti:

cheyenne ha detto...

Parole struggenti, musica vibrante.

Una composizione che narra di valigie di cartone, di lettere imbucate oltre frontiera, di amore per le proprie radici, per la memoria storica ....

Davjdek ha detto...

Dalla tua terra non potrai mai separarti davvero: fa parte di te e tu di lei... siete fatti della stessa sostanza. Dovunque andrai, sarai suo per sempre.
Modugno era salentino, come me, e ogni volta che riascolto queste parole mi tornano davanti agli occhi le campagne, gli ulivi, gli anziani con le mani incallite... Grazie per questo post!

marina vicari lerario ha detto...

sempre emozionante sentire questa canzone.

Pierangelo ha detto...

Anche perché Domenico Modugno era di Polignano a Mare.