giovedì 2 ottobre 2008

Angele Dei

We are never so lost by Jo MoultonNe avevo già parlato un anno fa, ma l'idea, sia pure infantile, che, anche quando sei solo, c'è sempre un amico appresso a te, non dispiace affatto. L'idea viene da lontano ed è spiegata con grande poesia nel Salmo 120:

Alzo gli occhi verso i monti:
da dove mi verrà l'aiuto?
Il mio aiuto viene dal Signore,
che ha fatto cielo e terra.
Non lascerà vacillare il tuo piede,
non si addormenterà il tuo custode.
Non si addormenterà, non prenderà sonno,
il custode d'Israele.
Il Signore è il tuo custode,
il Signore è come ombra che ti copre,
e sta alla tua destra.
Di giorno non ti colpirà il sole,
né la luna di notte.
Il Signore ti proteggerà da ogni male,
egli proteggerà la tua vita.
Il Signore veglierà su di te, quando esci e quando entri,
da ora e per sempre.

Da piccoli, Angelo di Dio era la preghiera più bella.

Più lunga del Gloria Patri, che però, nella sua sintetica profondità, risultava oscura con, quelle sue parole chiave che pesavano un quintale ciascuna: nel principio, ora, sempre, nei secoli dei secoli. Sul nunc non c'erano problemi dato che ci eravamo immersi, ma che ne può sapere un bambino dei saecula saeculorum, per non dire che solo a pensare a come potesse essere in principio venivano le vertigini! Semper, sia pur con riluttanza, abbiamo capito prima o poi che è una parola davvero grossa, dato che se è vero che nulla si distrugge, è altrettanto vero che tutto si trasforma.

Più corta di tutte le altre preghiere e quindi faceva fare bella figura a dottrina (sono stato uno degli ultimi sottoposti alle domandine di Pio X), mentre sull'atto di dolore (mi pento e mi dolgo con tutto il cuore…) e sulla preghiera della sera (custodiscimi nel riposo e liberami dai pericoli…) si prendevano spesso degli scivoloni.

Ma eccola qui, la nostra preferita, in tutte le lingue:

(latino)
Ángele Dei,
qui custos es mei,
me, tibi commissum pietáte supérna,
illúmina, custódi,
rege et gubérna.
Amen.
(italiano)
Angelo di Dio,
che sei il mio custode,
illumina, custodisci,
reggi e governa me
che ti fui affidato dalla pietà celeste.
Amen.
(portoghese)
Santo anjo do Senhor
meu zeloso guardador
se a ti me confiou a piedade divina
sempre me rege
guarde
governe
ilumine
Amém.
(inglese)
Angel of God,
my guardian dear,
to whom God's love
commits me here.
Ever this day
be at my side,
to light and guard,
to rule and guide.
Amen.
(francese)
Ange de Dieu,
tu es mon gardien,
éclaire-moi,
garde-moi,
gouverne-moi,
la bonté céleste
m’a confié à toi.
Amen.
(spagnolo)
Angel de Dios,
bajo cuya custodia
me puso el Señor
con bondad infinita;
iluminadme,
defendedme,
regidme y gobernadme
en este día.
Amén.


Canzoni sugli angeli:
Elenco in evoluzione

Angeli con violino by William Adolphe Bouguereau

1 commenti:

suburbia ha detto...

Ho sentito anche io che oggi e' il giorno dell'angelo custode.
E da pochi anni la festa dei nonni.
E anche la giornata della non violenza visto che e' il giorno di nascita di Ghandi.
Ma soprattutto non puoi non sentire "Angelo angelino" di Paolo Belli
ciao