martedì 15 maggio 2007

Autosufficiente

Good HousekeepingChe uno poi fa buon viso a cattivo gioco, ma autosufficiente non lo sarò mai.

Tu hai bisogni, io ho bisogni.

Ho bisogno di te, ho bisogno che tu abbia bisogno di me. Di mio non valgo un cazzo, specchiandomi in te mi accorgo di essere importante e di servire a qualcosa.

Benedetto senso della vita! Anni a cercarlo e secondi per perderlo.

Mi ha rovinato la TV dei ragazzi. I ragazzi di Padre Tobia. Chi trova un amico trova un tesoro, noi siamo i ragazzi più ricchi del mondo.

Credo a queste favole, non al principe azzurro sul cavallo bianco che deus ex machina risolve tutto, ma alla solidarietà umana. Specialmente non capisco come possano persone che sanno cos'è il dolore, farsi la guerra. Uno che ha parlato con me per un'ora, sa bene quali sono i fondamentali e si regola. Figurati chi mi sa da prima.

Non è stato un caso incontrarti. Importante come nessun altro. Non butterò mai il bambino insieme all'acqua sporca. Il bambino lavato profuma di buono. Come te.

0 commenti: