mercoledì 27 gennaio 2010

La nuova Auschwitz

La militanza tra gli integralisti di CL non impedì a Claudio Chieffo di essere un artista dotato di onestà intellettuale, che gli riconosco tutta, specie ammirando il testo di questa sua antica canzone.




La nuova Auschwitz

Io suonavo il violino ad Auschwitz mentre morivano gli altri ebrei,
io suonavo il violino ad Auschwitz mentre uccidevano i fratelli miei,
mentre uccidevano i fratelli miei, mentre uccidevano i fratelli miei…

Ci dicevano di suonare, suonare forte e non fermarci mai,
per coprire l’urlo della morte, suonare forte e non fermarci mai,
suonare forte e non fermarci mai, suonare forte e non fermarci mai…

Non è possibile essere come loro,
non è possibile essere come loro…

Nel mondo nuovo che ora abbiamo creato
c’è la miseria, c’è l’odio ed il peccato,
c’è l’odio ed il peccato, c’è l’odio ed il peccato…

Ora siamo tornati ad Auschwitz dove c’è stato fatto tanto male,
ma non è morto il male nel mondo e noi tutti lo possiamo fare
e noi tutti lo possiamo fare e noi tutti lo possiamo fare…

Non è difficile essere come loro
non è difficile essere come loro…

Ora suono il violino al mondo mentre muoiono i nuovi ebrei,
ora suono il violino al mondo mentre uccidono i fratelli miei,
mentre uccidono i fratelli miei, mentre uccidono i fratelli miei…

3 commenti:

evergreen ha detto...

Brano molto toccante. Bellissimo cantautore che non conoscevo. Grazie per averlo proposto!

Luce ha detto...

Davvero una interpretazione toccante...bella, bella davvero! ti ringrazio anch'io per averla proposta!
ciaoo
Luce
Ps. da qualche giorno il mio sito si è trasferito all’indirizzo http://www.vitadastragista.it . Posso chiederti di inserire il nuovo link nel tuo blog roll al posto di quello vecchio? grazie e scusami per il disturbo! :-)

Pierangelo ha detto...

@Luce:
fatto!