lunedì 9 febbraio 2009

Le prezzolate prefiche

by Mauro Biani
Le prezzolate prefiche
strappan capelli a ciuffi
e gli abiti si lacerano.
Hanno risposte piane
sopra i problemi sdruccioli.

Stanotte questa luna
in ciel luminosissima
l'hanno incendiata gli angeli.

Era già pronto il catering
per dirti benvenuta.
Attendevamo attenti
che il viaggio che iniziasti
in mezzo a tanto traffico
la meta raggiungesse.

Nessuno ti rimprovera,
qui non si butta niente,
abbiamo il frigorifero.

Siedi e davvero mangia,
bevi un bicchier di vino.
Al sorgere del sole
ti affidano un bambino
al quale vorrai bene
senza che lui ti veda
un po' come Beppino
fece con te per anni.

Dolor che non si seda.

Gioia dopo gli affanni.

(grazie Eluana, anche per il post numero 400)


2 commenti:

la signora in rosso ha detto...

Molto bella...garbata e in sintonia con una ragazza giovane come era lei

cheyenne ha detto...

Splendido pensiero!