Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Io e il mio cane

Io e il mio cane
Stefano Borgia - Con chi lo guardi questo cielo - 1998

Io e il mio cane ce ne andiamo a spasso nel mattino
lui con la sua lingua al vento ed io lo spolverino
siamo due animali soli al centro di un giardino
lui mi chiede un sasso e io gli chiedo chi hai vicino.

Io con il mio cane ci siamo chiesti certe volte
se l'amore è una leggenda o esiste veramente
lui che parla un'altra lingua io lo capisco sempre
è più chiaro della maggior parte della gente
quando si allontana poi ritorna indietro sempre
e non è come te che non ci sei
e non è come te che non ci sei.

Io e il mio cane ce ne andiamo a spasso come amici
e nonostante i suoi occhi tristi noi siamo felici
liscio la sua schiena in questo mondo di incertezze
anche lui si chiede a chi darai le tue carezze
lui non sa tradire, mi somiglia molto in questo,
sono più gli amici che rosicchiano il mio osso
lui non sa mentire non mi lascia solo mai
e non è come te che non ci sei
no non è come te che non ci sei.

Ultimi post

Viva la libertà

Affermativo

La fine della chemio

Tutta colpa di Vecchioni

NICOLA - Cozze, Kebab & Coca Cola

Il meglio della gioventù italiana?

You got me singing

Volevo scriverti da tanto

Veronica, N.2

Ma dimmi tu questi negri