martedì 26 novembre 2013

Cistranese

Don Saverio Ostuni
Gli abitanti di Ivrea? Eporediesi!
Gli abitanti di Gubbio? Eugubini!
E quelli di Cisternino? Cistranesi!

Tutti posti che ho visitato con piacere, incuriosito dai nomi strambi degli abitanti, ma qui non siamo sulla rubrica "forse non tutti sanno che".
Dopo l'esperienza di oggi mi viene da pensare che si chiamino abi-tanti perché sono tanti per davvero: al funerale di zio prete non finivano più, uno dopo l'altro, centinaia, a stringermi la mano. Erano mani pulite di lavoratori, che indirettamente mi rispettavano perché lo zio a sua volta li aveva rispettati in tante situazioni note soltanto a ciascuno di loro, anche con un semplice cordiale saluto.

Ma Cisternino ci ha tenuto a farsi rappresentare da quella donna che è riuscita a sorprendermi dicendomi: "Lo sai che io ti ho tenuto in braccio? Tua madre non ti dava a nessuno, ma a me sì."

Ed io, cistranese da parte di madre, resto senza parole nel tentativo di ringraziarvi, anche per avermi tenuto in braccio.

0 commenti: