lunedì 1 novembre 2010

Spavento di Maria

Annunciazione di Simone Martini, particolare della Vergine
Una voce come la Tua
che entra nel cuore di una vergine
e lo spaventa,
una voce di carne e di anima,
una voce che non si vede,
un figlio promesso a me,
tu ancella che non conosci l'amore,
un figlio mio e dell'albero,
un figlio mio e del prato,
un figlio mio e dell'acqua,
un figlio solo:
il Tuo.

Come non posso spaventarmi
e fuggire lontano
se non fosse per quell'ala di uomo
che mi è sembrata un angelo?

Ma in realtà, mio Dio,
chi era?

Uno che si raccomanda,
uno che mi dice di tacere,
uno che non tace,
uno che dice un mistero
e lo divulga a tutti.

Io sola, povera fanciulla ebrea
che devo credere e ne ho paura, Signore,
perché la fede è una mano
che ti prende le viscere,
la fede è una mano
che ti fa partorire.


Alda Merini - Magnificat. Un incontro con Maria - 2002

0 commenti: