martedì 23 febbraio 2010

Mandaci una cartolina

C'è tempo, ma dalle mie ragazze vorrei essere ricordato più o meno così.



Mandaci una cartolina 
Carmen Consoli - Elettra - 2009

Tra tutti i giorni in cui potevi partire
perché hai pensato proprio al lunedì.
Gli uccelli cantano, l’estate è alle porte
tempo di mare e di granite al limone.
Chissà quale fine sarcasmo d’autore
avresti sfoderato senza giri di parole.

Viva l’Italia, il calcio, il testosterone,
gli inciuci e le buttane in preda all’ormone.
A noi ci piace assai la televisione
proprio l’oggetto – dico – esposto in salone.
Chissà quale amara considerazione
avresti concepito in virtù del pudore.

Mandaci una cartolina e una ridente foto di te
che prendi il sole sulla spiaggia
con la solita camicia bianca
ed il giornale aperto sulla pagina sportiva
mentre stai sul bagnasciuga
beato tra le braccia di un tramonto.

Tra tutti i giorni in cui potevi morire
perché hai pensato proprio al lunedì.
Strade caotiche e litigi agli incroci
quanti cafoni su veicoli osceni.
Chissà quale fine sarcasmo d’autore
avresti sfoderato in questa triste occasione.

Mandaci una cartolina e una ridente foto di te
che prendi il sole sulla spiaggia
con la solita camicia bianca
ed il giornale aperto sulla pagina sportiva
mentre stai sul bagnasciuga
canticchiando una canzone romantica.

Mandaci una cartolina e una ridente foto di te
che prendi il sole sulla spiaggia
con la solita camicia bianca.

Mandaci una cartolina e una ridente foto di te
mentre stai sul bagnasciuga
e cogli con stupore il nuovo giorno.

0 commenti: