domenica 10 gennaio 2010

Uomo negro

Ethiopian Runners Abebe Bikila and Mamo Wolde During Exhibition Race at Berlin Olympic StadiumUomo negro
che fai vibrare il tuo corpo
sotto l’ansimare del tuo respiro

Uomo negro
che ascolti il rumore
degli altrui pensieri
incendiarsi accanto a te

Uomo negro
che attendi
occhi di luna
il tuo posto fra l’umanità

Corri! Corri!
Fai volare quelle tue agili gambe
Inerpicati per la vetta del
tuo desiderio
Lontana è la tua meta

Con stupore vedrai il tuo fratello
impossessarsi
di tutto quel che otterrai
ma non farti turbare da questo

Corri e non voltarti mai
perché egli si sta appesantendo
ingrassa
cibandosi di tutte le colpe
dell’umanità!

Le sue fragili gambe
lo stanno già tradendo
e la sua progressiva miopia
gli impedisce già di vedere la vetta

Ma tu corri, corri
e non voltarti mai!
Perché presto
egli cercherà di salirti sulle spalle
e tu inizieresti a faticare
cercheresti forze
sfruttando altri fratelli
e cadresti nella tela perversa del male

Uomo negro
ascolta la voce del tuo cuore
Ben profonde sono le tue radici

Corri,
e non voltarti mai!


Hamid Barole Abdu - Akhria - io sradicato poeta per fame - 1996

Qui il sito di Hamid Barole Abdu

1 commenti:

la signora in rosso ha detto...

quante cose dobbiamo imparare da queste persone che per sopravvivere subiscono le peggiori angherie...

farei correre i razzisti!