lunedì 9 novembre 2009

Berlino




Per un muro che cade giù,
Berlino o Punta Perotti,
cento ne salgono;
che chi sta di qua
non può andare di là.

Quello che il muro
gli divideva la cucina dal soggiorno
e quello che il ventricolo sinistro
non sapeva cosa facesse il destro.

Muri che ci portiamo dentro,
resistenti alla dinamite.

E tu, stupida come un mattone,
tutta intenta a costruire
inutili barriere
con cui pensi di difenderti,
tronfia del tuo isolamento.

1 commenti:

la signora in rosso ha detto...

a volte i muri vengono innalzati contro la nostra volontà! per non farli bisogna fare un "duro" lavoro.