lunedì 15 dicembre 2008

Scarpantibush

Good Dog

La nostalgia dell'uccellaccio con gli scarponi slacciati, creatura di Giorgio Bracardi in Alto Gradimento, c'è, ma il titolo del post è solo un gioco di parole per parlare dei due mocassini misura 10 americana (43 e mezzo da noi) che Bush ha schivato assai atleticamente durante la conferenza stampa di ieri in Iraq. Proprio ieri a Messa venivano proposte le parole del Magnificat: "ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili". Per un musulmano, ma anche per noi dato che ogni mondo è paese, sedersi davanti ad una persona mostrando le suole delle scarpe è considerato un insulto grave; superato in gravità solo dal prendere qualcuno a scarpate. Il giornalista iracheno aveva le sue buone ragioni, visto che le armi di distruzione di massa si sono rivelate una sòla e vista quanta distruzione di massa ne è derivata per i suoi connazionali.

Su Facebook, iscriviamoci in massa al gruppo
SALVIAMO IL TIRATORE DI SCARPE A BUSH


4 commenti:

suburbia ha detto...

Scarpe e politica e' un binomio indissolubile, :-)
Dov'era successo di quel parlamentare (o componente duma?) che comincio a sbattere le scarpe sul tavolo?
ciao

Pierangelo ha detto...

Riporto da qui:
Montasser al Zalidi, il giornalista che domenica ha tirato le proprie scarpe al presidente americano George W. Bush, è diventato un martire della giustizia irachena. Al Zaidi , sciita di 28 anni, dipendente del canale tv al-Baghdadiya che trasmette dal Cairo, per il suo gesto è stato arrestato, e anche se non ancora formalmente incriminato, rischia dai due anni ai sette anni di carcere per oltraggio a un capo di Stato straniero in visita.

Per me è un Enrico Toti.

Chi si loda si imbroda, ma più guardo il titolo di questo post (Scarpa-anti-Bush)e più mi compiaccio, per non parlare del cane che fa proprio lì i suoi bisogni (d'altronde bush vuol dire proprio cespuglio, arbusto, che i cani li attira come la calamita).

Riguardo al binomio scarpe-politica, non ho trovato nulla dell'episodio che citi e non vedo l'ora che lo racconti tu con la dovizia di particolari e la precisione che ti contraddistingue. Ho trovato invece qui di Iva Zanicchi che si è tolta le scarpe in corso di seduta del parlamento europeo, manco ci fosse arrivata a piedi.

Nel mio piccolo, insieme con i Nomadi, ti regalo le mie scarpe, sono nuove e ti lascio una parola, goodbye.

suburbia ha detto...

Veramente contavo su di te.
In internet non ho trovato nulla eppure ricordo benissimo il tipo che arrabbiatissimo si toglie una scarpa e comincia a batterla sul tavolo.
Forse il parlamento inglese?? ricordavo la duma ma non ho trovato alcunche'.
Passo' anche per i tg, anni fa.
Vabbe' appena ricordo di piu' o trovo qualcosa lo metto qui.
Ti lascio un saluto, goodbye, :-)

suburbia ha detto...

e una vignetta