martedì 7 ottobre 2008

Beata Ignoranza

Mariastella Gelmini, ministro dell'Istruzione, per grazia ricevuta
Mariastella Gelmini
ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca
per grazia ricevuta
(da lei)

Preghiera per la Beata Ignoranza

Maria
Stella d’ignoranza.
Il governo è con te.
Tu sei benedetta da Tremonti
e benedetto è il trucco dei tuoi tagli.
Senta, Maria
l’ira della scuola
che vuol negare ai bambini
come a chi lavora.
Non le è permesso
né ora né mai
di decidere così
la nostra sorte.



5 commenti:

Anonimo ha detto...

Dall’anno scolastico 2008/09 verranno tagliate
dalle 2 alle 6 ore di scuola a settimana alle
classi prime dei licei sperimentali (comma 1,
punto a.). L’anno scorso furono tagliate lo
stesso numero di ore nelle classi prime degli
istituti Tecnici e Professionale il che ha
contribuito al taglio di 15.000 posti di insegnati
per quell’ordine di scuola. Si è trattato solo
dell’inizio perché la norma è entrata in vigore
per le sole classi prime. Mano a mano che i
tagli andranno a regime per tutte le classi i tagli
avranno la consistenza di almeno 47.000 posti
in organico. Non si tratta, naturalmente, solo
del taglio degli insegnati, ma anche dei tagli al
“tempo scuola” per rendere la scuola pubblica
sempre meno efficiente ed efficace,
l’insegnamento sempre più banale,
nozionistico, trasmissivo e autoritario. La
relazione Tecnica che accompagna la legge
spiega puntualmente che nel prossimo triennio
verranno risparmiati, per questa sola misura,
3.852.928 Euro ciascun anno. La stessa
Relazione spiega che ciò potrà avvenire grazie
“ad un risparmio di 2.232 ore di insegnamento
per effetto della riduzione a 34 ore settimanali
di insegnamento per i percorsi sperimentali dei
licei.”
In tutte le scuole superiori, per poter ridurre
ulteriormente il numero degli insegnanti,
l’organico verrà calcolato “tenendo conto del
numero complessivo degli alunni
indipendentemente dai diversi indirizzi, corsi di
studio, e sperimentazioni.”(comma 1, punto b.).
Le scuole saranno costrette a formare classi
con alunni di indirizzi e sperimentazioni diverse
o, per conservare un minimo di serietà, ad
abrogare sperimentazioni e indirizzi pure
ritenuti necessari e scelti dai ragazzi. Anche in
questo caso la Relazione Tecnica che
accompagna la legge precisa che con questa
misura si realizzerà un risparmio di 56.240.320 euro

IN SINTESI

Euro 535 milioni per l’anno 2008
Euro 807 milioni per l’anno 2009
Euro 1.218 milioni per l’anno 2010
Euro 1.432 milioni per l’anno 2011


questi erano i tagli alla scuola previsti dal GOVERNO PRODI....

vedete un po' voi

Pierangelo ha detto...

La differenza era che con il governo Prodi si ragionava e si contrattava.

suburbia ha detto...

Non serve firmar petizioni, non serve un referendum perche' poi non si fa, non serve manifestare.
:-(

Pierangelo ha detto...

Anche se non dovesse servire, noi stasera passiamo la notte in pullman ed andiamo a Roma a dare una mano a quei ragazzi. Devono sentire che non sono soli.

suburbia ha detto...

Era un attimo di scoramento dopo aver visto l'approvazione.
Certo che si da una mano.
Corteo e manifestazione, pero' qui da me.
Poi ci racconti vero?
ciao e buon we