martedì 29 luglio 2008

Sirtaki



Gli 83 anni di Mikis Theodorakis mi fanno pensare a un uomo a cui è andato tutto male ma sui titoli di coda balla sulla spiaggia (Zorba il greco), ad altri titoli di coda in Z - L'orgia del potere, dove si diceva:

…contemporaneamente i militari hanno proibito i capelli lunghi, le minigonne, Sofocle, Tolstoi, Mark Twain, Euripide, spezzare i bicchieri alla russa, Aragon, Trotsky, scioperare, la libertà sindacale, Lurcat, Eschilo, Aristofane, Ionesco, Sartre, i Beatles, Albee, Pinter, dire che Socrate era omosessuale, l'ordine degli avvocati, imparare il russo, imparare il bulgaro, la libertà di stampa, l'enciclopedia internazionale, la sociologia, Beckett, Dostojevskij, Cechov, Gorki e tutti i russi, il "chi è?", la musica moderna, la musica popolare, la matematica moderna, i movimenti della pace, e la lettera "Z" che vuol dire "È vivo" in greco antico.
ad un mare che ha sempre unito piuttosto che dividere, ad un posto come la Grecia dove respiro l'aria e mangio il cibo di casa mia.


Sirtaki
Mango - Sirtaki - 1990

Ti ho perso un po’
mi hai perso un po’
ma quanto io non lo
non so…
soltanto un poco
spero sia poco
e non di più
Io ti ho cambiato
un po’ ti ho consumato
la vita a volte confonde
ti fonde
poi tu comprendi
e ti riprendi
se il tempo c’è

Ma questo sirtaki
danzalo se appena ti riesce
il limite lo sai è il nostro amore
provaci tu
provaci anche tu
per favore
il pianto tu lo sai si può asciugare
Provaci tu
provaci anche tu
per favore
fallo se vuoi
meglio se puoi
con più amore

Io ti ho scolpito
io ti ho disegnato
ma adesso dimmi chi sei
chi sei…
Ed io chi sono
l’uomo che sono io non lo so

Ma questo sirtaki
danzalo se appena ti riesce
il limite lo sai è il nostro amore
provaci tu
provaci anche tu
per favore
il pianto tu lo sai si può asciugare
Provaci tu
provaci anche tu
per favore
fallo se vuoi
meglio se puoi
con più amore


0 commenti: