venerdì 16 maggio 2008

L'agnello di Dio



L'agnello di Dio
Francesco De Gregori - La valigia dell'attore - 1997

Ecco l'agnello di Dio che toglie peccati del mondo
disse la ragazza slava venuta allo sprofondo
disse la ragazza africana sul raccordo anulare
ecco l'agnello di Dio che viene a pascolare
e scende dall'automobile per contrattare.

Ecco l'agnello di Dio all'uscita dalla scuola
ha gli occhi come due monete,
il sorriso come una tagliola.
ti dice che cosa ti costa, ti dice che cosa ti piace
prima ancora della tua risposta ti dà un segno di pace
e intanto due poliziotti fanno finta di non vedere.

Oh, aiutami a fare come si può, prenditi tutto quello che ho
insegnami le cose che ancora non so, non so
e dimmi quanto maschere avrai e quanto maschere avrò.

Ecco l'agnello di Dio vestito da soldato,
con le gambe fracassate, con il naso insaguinato
si nasconde dentro la terra, tra le mani ha la testa di un uomo.

Ecco l'agnello di Dio venuto a chiedere perdono
si ferma ad annusare il vento ma nel vento sente odore di piombo
percosso e benedetto ai piedi di una montagna
chiuso dentro una prigione, braccato per la campagna
nascosto dentro a un treno, legato sopra un altare
ecco l'agnello che nessuno lo può salvare
perduto nel deserto, che nessuno lo può trovare
ecco l'agnello di Dio senza un posto dove stare
ecco l'agnello di Dio senza un posto dove stare.

Oh, aiutami a stare dove si può e prenditi tutto quello che ho
insegnami le cose che ancora non so, non so
e dimmi quanto maschere avrai, regalami i trucchi che fai,
insegnami ad andare dovunque sarai, sarò
e dimmi quanto maschere avrò.
se mi riconoscerai, dovunque sarò, sarai.

Da oggi fino al 22 maggio gli utenti di Repubblica.it potranno scaricare il brano di Francesco De Gregori Celebrazione, in anteprima sull'uscita (il 23 maggio) del suo nuovo album Francesco De Gregori, per brevità chiamato artista. Per poter scaricare gratuitamente il brano gli utenti di Repubblica.it dovranno registrarsi

SCARICA IL BRANO


L'album è un'"autobiografia fantasticata", una sorta di "ritratto" di un uomo vicino ai 60 anni. Nel tour che si è concluso poche settimane fa De Gregori ha presentato dal vivo in anteprima al suo pubblico tre brani del nuovo album Finestre rotte, Celebrazione e Per brevità chiamato artista. Celebrazione ha già creato parecchie polemiche dopo che De Gregori l'aveva cantata in un concerto a Fossano: è una rock ballad nel più classico stile del cantautore romano, ma il testo è una critica rivolta alle infinite celebrazioni per i 40 anni del '68, che per il cantautore romano è una zona da cui tenersi lontani.

0 commenti: